Comprendono coloro che sanno

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXIX-Ayah 43:

وَتِلْكَ الأَمْثَالُ نَضْرِبُهَا لِلنَّاسِ وَمَا يَعْقِلُهَا إِلاَّ الْعَالِمُونَ.43

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    “Noi proponiamo agli uomini quei paragoni, ma non li comprendono se non coloro che sanno” (43).

038

Chiedilo al tuo vicino

Ibn Mas‛ūd (Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò. Un uomo chiese un giorno all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “Come posso sapere se mi comporto bene o mi comporto male?”. Rispose, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Semplice! Chiedilo al tuo vicino. Quando il tuo vicino dice che hai fatto bene, hai fatto bene; e quando dice che hai fatto male, hai fatto male!” [O come disse].

Lo ha riferito Ibn Māǧah.

041

Il paragone del ragno

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXIX-Ayah 41:

مَثَلُ الَّذِينَ اتَّخَذُوا مِنْ دُونِ اللَّهِ أَوْلِيَاءَ كَمَثَلِ الْعَنكَبُوتِ اتَّخَذَتْ بَيْتًا وَإِنَّ أَوْهَنَ الْبُيُوتِ لَبَيْتُ الْعَنْكَبُوتِ لَوْ كَانُوا يَعْلَمُونَ.41

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    “Il paragone di coloro che prendono dei patroni all’infuori di Allàh è il ragno, che si fa una casa! In verità, la più fragile delle case è, certamente, la casa del ragno. Se lo sapessero!” (41).

040

Il migliore

‘Abdullàh bin Omar (Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il migliore dei compagni agli occhi di Allàh è colui che si comporta nel migliore dei modi verso il suo compagno e il migliore dei vicini è colui che si comporta nel modo migliore verso il suo vicino!” [O come disse].

Lo ha riferito at-Tirmìdhī.

073

Disse Ibrāhīm, su di lui la pace

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXIX-Ayah 25:

وَقَالَ إِنَّمَا اتَّخَذْتُمْ مِنْ دُونِ اللَّهِ أَوْثَانًا مَوَدَّةَ بَيْنِكُمْ فِي الْحَيَاةِ الدُّنْيَا ثُمَّ يَوْمَ الْقِيَامَةِ يَكْفُرُ بَعْضُكُمْ بِبَعْضٍ وَيَلْعَنُ بَعْضُكُمْ بَعْضًا وَمَأْوَاكُمُ النَّارُ وَمَا لَكُمْ مِنْ نَاصِرِينَ.25

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Disse (Ibrāhīm): “Se voi avete adottato come divinità, all’infuori di Allàh, degli idoli, Lo avete fatto per quell’amore della vita terrena, che è diffuso tra voi! Ma nel giorno della Resurrezione una parte di voi rinnegherà l’altra parte come pure una parte di voi maledirà l’altra parte, la vostra dimora sarà il fuoco e non avrete soccorritori!” (25).

072

L’insistenza di Gibrīl

‘Ā‹ishah (Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Gibrīl era talmente insistente in tema di riguardo verso il vicino, da farmi pensare che prima o poi mi avrebbe detto di nominarlo mio erede!” [O come disse].

Concordano.

075

Il dovere dell’Apostolo

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXIX-Ayah 18:

وَإِنْ تُكَذِّبُوا فَقَدْ كَذَّبَ أُمَمٌ مِنْ قَبْلِكُمْ وَمَا عَلَى الرَّسُولِ إِلاَّ الْبَلاَغُ الْمُبِينُ.18

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    “…Il dovere dell’Apostolo non è che di comunicare con chiarezza!” (18).

074

Discorso del profeta Ibrahim, su lui la pace

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXIX-Ayàt 16-17:

وَإِبْرَاهِيمَ إِذْ قَالَ لِقَوْمِهِ اعْبُدُوا اللَّهَ وَاتَّقُوهُ ذَلِكُمْ خَيْرٌ لَكُمْ إِنْ كُنْتُمْ تَعْلَمُونَ.16
إِنَّمَا تَعْبُدُونَ مِنْ دُونِ اللَّهِ أَوْثَانًا وَتَخْلُقُونَ إِفْكًا إِنَّ الَّذِينَ تَعْبُدُونَ مِنْ دُونِ اللَّهِ لاَ يَمْلِكُونَ لَكُمْ رِزْقًا فَابْتَغُوا عِنْدَ اللَّهِ الرِّزْقَ وَاعْبُدُوهُ وَاشْكُرُوا لَهُ إِلَيْهِ تُرْجَعُونَ.17

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    [Discorso del profeta Ibrahīm, su lui la pace, alla sua gente] “Adorate Allàh e temetelo! Questo è il meglio per voi, se lo sapevate! (16) Voi adorate, all’infuori di Allàh, degli idoli e create falsità. In verità, coloro che voi adorate all’infuori di Allàh non hanno il potere di darvi sostentamento, perciò cercate il vostro sostentamento presso Allàh, adorate Lui e ringraziateLo. A Lui voi sarete fatti ritornare!” (17)

076

Importanza del cordone ombelicale (2)

Alī (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Un bambino si lamenterà con il suo Signore, perché ha destinato al fuoco i due genitori e una voce dirà: ‘O bambino che stai lamentandoti con il tuo Signore fa’ entrare i tuoi genitori in Paradiso!’ Allora egli farà entrare ambedue i genitori in Paradiso con il cordone ombelicale”! [O come disse].

Lo ha riferito Ibn Māǧah.

057