Non è autenticamente credente

Ibn Mas’ūd (Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Allàh ha distribuito tra voi sia la personalità sia i mezzi di sussistenza [la Sua Provvidenza]. Allàh l’Altissimo dà il mondo sia a chi Egli ama sia a chi Egli non ama, ma il sentimento religioso lo dà soltanto a chi ama. Quindi chi ha religione è perché è amato da Allàh. Per colui nella Cui mano è la mia vita, nessuno è musulmano se non ha accettato con il suo cuore e la sua lingua l’Islàm e non è autenticamente credente, finché il suo vicino non sia al riparo dalle sue offese!” [O come disse].

Lo ha riferito Muslim.

055

Il rispetto dell’onore (2)

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIX-Ayah 12:

يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا اجْتَنِبُوا كَثِيرًا مِنْ الظَّنِّ إِنَّ بَعْضَ الظَّنِّ إِثْمٌ وَلاَ تَجَسَّسُوا وَلاَ يَغْتَبْ بَعْضُكُمْ بَعْضًا أَيُحِبُّ أَحَدُكُمْ أَنْ يَأْكُلَ لَحْمَ أَخِيهِ مَيْتًا فَكَرِهْتُمُوهُ وَاتَّقُوا اللَّهَ إِنَّ اللَّهَ تَوَّابٌ رَحِيمٌ.12

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, astenetevi molto dal congetturare perchè una parte della congettura è peccato; non spiatevi e non fate maldicenze una parte di voi su un’altra parte. Forse che qualcuno di voi amerebbe mangiare la carne del suo fratello morto? Sicuramente, la cosa vi fa orrore! Perciò temete Allàh. In verità, Allàh è Accoglitore del pentimento, ar-Raḥīm (il Clementissimo)(12) .

070

La mala lingua che offende il vicino

Abū Huràyrah (Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno un uomo all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “La tal donna ha un’ottima reputazione religiosa, perché esegue regolarmente i riti di adorazione quotidiani e fa molte elargizioni in beneficenza. C’è però da dire a suo carico che offende i vicini con la sua mala lingua!”. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Andrà all’Inferno!” [O come disse].

L’uomo disse ancora: “C’è la tal altra che non è scrupolosa nei riti d’adorazione, fa poca beneficenza, per cui non è molto ben considerata, c’è da dire, però, che non offende i vicini con la sua lingua!”. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Questa andrà in Paradiso” [O come disse].

Lo ha riferito Ahmad.

023

Il rispetto dell’onore (1)

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIX-Ayah 11:

يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا لاَ يَسْخَرْ قَومٌ مِنْ قَوْمٍ عَسَى أَنْ يَكُونُوا خَيْرًا مِنْهُمْ وَلاَ نِسَاءٌ مِنْ نِسَاءٍ عَسَى أَنْ يَكُنَّ خَيْرًا مِنْهُنَّ وَلاَ تَلْمِزُوا أَنفُسَكُمْ وَلاَ تَنَابَزُوا بِالأَلْقَابِ بِئْسَ الاِسْمُ الْفُسُوقُ بَعْدَ الإِيمَانِ وَمَنْ لَمْ يَتُبْ فَأُوْلَئِكَ هُمُ الظَّالِمُونَ.11

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, non prendete in giro qualcun altro! Può darsi che i presi in giro siano migliori di loro (chi li prende in giro); e donne non prendano in giro altre donne, perché può darsi che le prese in giro siano migliori di loro. Non diffamatevi tra voi e non appioppatevi nomignoli. È gravissimo dar dell’empio (a qualcuno) dopo la sua (professione di) fede! Trasgressori sono coloro, i quali non si ravvedono (11).

022

Coloro che hanno discernimento

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIX-Ayàt 7-8:

وَاعْلَمُوا أَنَّ فِيكُمْ رَسُولَ اللَّهِ لَوْ يُطِيعُكُمْ فِي كَثِيرٍ مِنْ الأَمْرِ لَعَنِتُّمْ وَلَكِنَّ اللَّهَ حَبَّبَ إِلَيْكُمْ الإِيمَانَ وَزَيَّنَهُ فِي قُلُوبِكُمْ وَكَرَّهَ إِلَيْكُمُ الْكُفْرَ وَالْفُسُوقَ وَالْعِصْيَانَ أُوْلَئِكَ هُمْ الرَّاشِدُونَ.7
فَضْلاً مِنْ اللَّهِ وَنِعْمَةً وَاللَّهُ عَلِيمٌ حَكِيمٌ.8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    … Allàh vi ha fatto amare la fede e l’ha resa bella nei vostri cuori, come vi ha fatto avere in odio la disobbedienza – quelli sono coloro che hanno discernimento (7) per favore di Allàh e Sua grazia! Allàh è Sciente e Sapiente (8).
  • Nota
    L’amore per la fede e l’odio per la disobbedienza, che sono doni di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, sono caratteristiche che si riflettono nel comportamento di coloro che hanno ricevuto la dote del discernimento per attenersi al bene e dissociarsi dal male.

068

Khùtbah di Ramaḍān 1435

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso il Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo per esser Destinatario di Lode. Noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui la nostra lode innalziamo, solo di Lui, l’Altissimo Onnipotente, nel bisogno invochiamo il soccorso e solamente a Lui, il Misericordioso il Clementissimo, rivolgiamo il nostro ringraziamento; soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle nostre trasgressioni; soltanto a Lui chiediamo perdono; a Lui chiediamo di guidarci sul retto sentiero; infatti solamente chi è guidato da Allàh cammina sul retto sentiero, che a Lui conduce, mentre per colui che Allàh non guida non troverai maestro in grado di portarlo sulla retta via.

Continua a leggere

Il più vicino di porta

‘Ā‹ishah (Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò. Un giorno, dopo aver detto all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, di avere due vicini, chiesi: “A quale dei due ho da fare un regalo?”. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, rispose:

A quello che è più vicino a te, quanto a porta!” [O come disse].

Lo ha riferito al-Bukhārī.

006

Accertatevi che [la notizia] sia vera

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIX-Ayah 6:

يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا إِنْ جَاءَكُمْ فَاسِقٌ بِنَبَإٍ فَتَبَيَّنُوا أَنْ تُصِيبُوا قَوْمًا بِجَهَالَةٍ فَتُصْبِحُوا عَلَى مَا فَعَلْتُمْ نَادِمِينَ.6

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, se un empio vi porta una notizia, accertatevi che sia vera, affinché non danneggiate, per ignoranza, qualcuno e dobbiate poi pentirvi di ciò che avete fatto (6).

005

Diccelo, o Apostolo di Allah

Abū Huràyrah (Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, avvicinatosi a un gruppo di persone che stavano sedute, disse:

“Volete che vi dica chi è il migliore di voi e chi è il peggiore?”.

Tutti zitti. E il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ripeté la domanda tre volte. Alla terza, uno disse: “Diccelo, o Apostolo di Allàh! Chi è il migliore di noi e chi è il peggiore?”. Il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Il migliore è colui dal quale la gente non si aspetta che bene e si sente sicura di non ricevere da lui del male; il peggiore di voi è colui dal quale la gente non si aspetta niente di bene e da cui teme di ricevere del male!” [O come disse].

Lo ha riferito at-Tirmìdhī.

039