Barbarie e/o civiltà

Conquiste e riconquiste a Gerusalemme

La Cupola della roccia a Gerusalemme (Al-Qùds).

La Cupola della roccia a Gerusalemme (Al-Qùds).

Uno degli aspetti che più connotano una civiltà, e la separano, nel nostro giudizio, dalla barbarie, è il comportamento in guerra, soprattutto il comportamento dopo la guerra in caso di vittoria.

Da questo punto di vista, la città di Gerusalemme (in arabo al Quds, la Santa) è un caso emblematico, avendo conosciuto molte guerre, sommovimenti, conquiste e riconquiste e molti cambiamenti politici e sociali, nel corso dei secoli della sua storia.

Continua a leggere

Non per dimenticanza

Abū Thàl‛abah al-Khushānī (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“In verità, Allàh ha stabilito degli obblighi; non disobbedite! Ha reso illecite alcune cose; non violatele! Ha posto dei limiti, non trasgredite, di alcune cose non ha parlato, ma non per dimenticanza; non disputate su esse!” [O come disse].

Lo ha riferito ad-Daraqùṭnī.

043

Tutto corre a un termine

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXV – Ayah 13:

يُولِجُ اللَّيْلَ فِي النَّهَارِ وَيُولِجُ النَّهَارَ فِي اللَّيْلِ وَسَخَّرَ الشَّمْسَ وَالْقَمَرَ كُلٌّ يَجْرِي ِلأَجَلٍ مُسَمًّى ذَلِكُمْ اللَّهُ رَبُّكُمْ لَهُ الْمُلْكُ وَالَّذِينَ تَدْعُونَ مِنْ دُونِهِ مَا يَمْلِكُونَ مِنْ قِطْمِيرٍ.13

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli [Allàh] introduce la notte nel giorno, fa entrare il giorno nella notte e costringe il sole e la luna a servire. Tutto corre a un termine prefissato. Questo è Allàh, il Signor vostro, al Quale appartiene il regno, mentre coloro che voi invocate invece di Lui non possiedono nemmeno la pellicola di un nocciolo di dattero.(13)
  • NOTA
    Quando il sole “tramonta” chi guarda ad oriente vede avanzare progressivamente la notte nel giorno e quando il sole “sorge” chi guarda a occidente vede progressivamente dileguarsi le tenebre (espressione in cui si cela la sfericità della Terra). Allàh, l’Altissimo, rifulga lo splendor della sua luce ha messo a servizio dell’uomo tutto ciò che uomo nel creato non è: anche il sole e la luna; il sole per il computo degli anni e la luna per il computo dei mesi. Ogni realtà è movimento e ogni movimento ha una durata prefissata. Questa àyah è un piccolo saggio dell’Onnipotenza di Allàh, il Quale, essendo il Creatore dell’Universo, ha per diritto d’Autore il dominio su esso, mentre le divinità fittizie non possiedono nulla, perché non sono che nomi.

062

I cinque aspetti del Corano

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Gli aspetti del Corano sono cinque: ciò che è permesso, ciò che è proibito, ciò che è definito con chiarezza, ciò che è dubbio e paragoni. Ciò che è permesso è lecito; ciò che è proibito è illecito. Seguite ciò che è definito con chiarezza, credete in ciò che è dubbio e fate tesoro dei paragoni!” [O come disse].

Lo ha riferito al-Baihāqī.

055

Guida e fuorviamento

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXV – Ayah 8:

أَفَمَنْ زُيِّنَ لَهُ سُوءُ عَمَلِهِ فَرَآهُ حَسَنًا فَإِنَّ اللَّهَ يُضِلُّ مَنْ يَشَاءُ وَيَهْدِي مَنْ يَشَاءُ فَلاَ تَذْهَبْ نَفْسُكَ عَلَيْهِمْ حَسَرَاتٍ إِنَّ اللَّهَ عَلِيمٌ بِمَا يَصْنَعُونَ .8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    … Allàh, in verità, chi Egli vuole fuorvia e chi Egli vuole guida. Perciò non sia angustiata la tua anima per loro…( 8)
  • NOTA
    In questo frammento di àyah Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, rammenta al fedele che invita all’Islàm che la guida e il fuorviamento sono prerogativa esclusiva di Allàh, per cui non deve rattristarsi se coloro ai quali l’invito è rivolto rifiutano di riconoscere che non c’è divinità tranne Allàh e che Muhàmmad è l’Apostolo di Allàh, che allàh lo benedica e l’abbia in gloria. “Non è dato ad anima di credere [nella verità della divinità dell’Autore del Sublime Corano] se non con il permesso di Allàh”.

070

Come rendersi indenni dal fuorviamento

Ibn ‘Abbāṣ (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Chi impara il Libro di Allàh e lo mette in pratica viene guidato da Allàh e tenuto indenne da fuorviamento in questo mondo e sarà tenuto indenne nel giorno della resurrezione dai turbamenti del Rendiconto!” [O come disse].

In un’altra narrazione disse:

“Chi segue il Libro di Allàh sarà tenuto indenne dal fuorviamento in questo mondo e non sarà infelice nell’altro” [O come disse].

Lo ha riferito Razīn.

073

Non v’inganni

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXV – Ayah 5:

يَاأَيُّهَا النَّاسُ إِنَّ وَعْدَ اللَّهِ حَقٌّ فَلاَ تَغُرَّنَّكُمُ الْحَيَاةُ الدُّنْيَا وَلاَ يَغُرَّنَّكُمْ بِاللَّهِ الْغَرُورُ.5

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O uomini, in verità, la promessa di Allàh è verità, perciò non vi inganni la vita terrena e non vi inganni riguardo ad Allàh l’ingannatore.(5)
  • NOTA
    Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, ha promesso il Paradiso ai credenti che praticano la via del bene [l’obbedienza al Sublime Corano e alla Nobile Sunna] e messo in guardia dal praticare una delle innumerevoli vie del male [obbedienza ad altri che Allàh e ad altri che il profeta Muhàmmad] l’esito di ognuna delle quali è l’Inferno. In questa nobile ayah, l’uomo è messo in guardia dagli inganni del materialismo e dalle religioni prodotte da Satana, la cui essenza è l’inganno a proposito di Allàh.

056

Aspetti chiave dell’Islàm

Nel nome di Allàh, il Sommamente Misericordioso il Clementissimo

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo
per essere Degnissimo di Lode.

Noi, suoi servi fedeli,
la nostra lode a Lui solo innalziamo
ed il ringraziamento rivolgiamo!
Soltanto a Lui nel bisogno indirizziamo
la nostra invocazione di soccorso!
Solo ad Allàh chiediamo protezione
dalle passioni della nostra anima
e dai peccati delle nostre azioni.
a Lui soltanto chiediamo perdono
e la guida sul retto sentiero.
Infatti, solamente chi Allàh guida
Cammina dritto sulla retta via,
mentre, invece, per colui che Allàh disvia
non troverai maestro che lo guidi.

Continua a leggere

Tre sono di tre generi

Ibn ‘Abbāṣ (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Tre sono di tre generi: una materia la cui guida è stata data molto chiaramente; seguitela; una materia , il cui fuorviamento è stato dato molto chiaramente; state lontano da essa; una materia, su cui ci sono diverse opinioni, lasciate all’Altissimo Allàh!” [O come disse].

Lo ha riferito Aḥmad.

061

Il creatore dal nulla

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXV – Ayah 1:

الْحَمْدُ لِلَّهِ فَاطِرِ السَّمَاوَاتِ وَالأَرْضِ جَاعِلِ الْمَلاَئِكَةِ رُسُلاً أُولِي أَجْنِحَةٍ مَثْنَى وَثُلاَثَ وَرُبَاعَ يَزِيدُ فِي الْخَلْقِ مَا يَشَاءُ إِنَّ اللَّهَ عَلَى كُلِّ شَيْءٍ قَدِيرٌ .1

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    La lode appartiene ad Allàh, il Creatore dal nulla dei Cieli e della Terra, Che ha posto (nel creato) gli angeli in qualità di messaggeri, dotati di ali doppie, triple e quadruple. Egli accresce nella creazione ciò che vuole. In verità, Allàh su tutte le cose ha potere.(1)
  • NOTA
    Il potere di creare dal nulla è la caratteristica essenziale dell’Unicità divina. Nessuno ha potere di creare dal nulla mediante un semplice atto di volontà, tranne Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce. Egli quando vuol dare esistenza a una realtà dice: “Esisti! [KUN!] ” ed essa esiste [FA-YAKŪN]; in ciò consiste l’onnipotenza divina, onde egli è l’ONNIPOTENTE.

070