Impedimenti matrimoniali

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 221:


وَلاَ تَنكِحُوا الْمُشْرِكَاتِ حَتَّى يُؤْمِنَّ وَلَأَمَةٌ مُؤْمِنَةٌ خَيْرٌ مِنْ مُشْرِكَةٍ وَلَوْ أَعْجَبَتْكُمْ وَلاَ تُنكِحُوا الْمُشْرِكِينَ حَتَّى يُؤْمِنُوا وَلَعَبْدٌ مُؤْمِنٌ خَيْرٌ مِنْ مُشْرِكٍ وَلَوْ أَعْجَبَكُمْ أُوْلَئِكَ يَدْعُونَ إِلَى النَّارِ وَاللَّهُ يَدْعُو إِلَى الْجَنَّةِ وَالْمَغْفِرَةِ بِإِذْنِهِ وَيُبَيِّنُ آيَاتِهِ لِلنَّاسِ لَعَلَّهُمْ يَتَذَكَّرُونَ .221

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:Non sposate le donne di religione politeistica, fino a quando non cessino di essere politeiste, entrando nell’Islām; infatti, una ancella credente è meglio di una donna politeista, per quanto quest’ultima possa ammaliarvi. Non sposate i seguaci della religione politeistica,
    fino a quando non abbiano cessato di essere politeisti, entrando nell’Islām. Certamente un servitore credente è meglio di un politeista, per quanto possa piacervi. Quelli invitano al fuoco, mentre Allàh invita al Paradiso e al perdono, con il Suo permesso. Egli spiega con chiarezza i Suoi Segni agli uomini, affinché se ne ricordino.(221)

032

Dell’onestà e della lucidità

Il Sublime Corano secondo Giorgio Manganelli

manganelli3

Giorgio Manganelli

Non abbiamo avuto alcun dubbio, volendo costituire una sezione di questo sito dedicata a quegli occidentali che hanno scritto cose oneste sull’Islàm, nel pensare, al momento di pubblicare il primo intervento, allo scrittore Giorgio Manganelli. In questo brano, un capitolo tratto dal libro Il lunario dell’orfano sannita, egli traccia una descrizione del Corano estremamente lucida, ed allo stesso tempo talmente appassionata da risultare commovente anche agli stessi musulmani, che difficilmente sarebbero stati capaci di fare altrettanto. Alla memoria di Giorgio Manganelli, dunque, un ricordo speciale.

Continua a leggere

Posizione dei timorati nel giorno della resurrezione

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 212:


زُيِّنَ لِلَّذِينَ كَفَرُوا الْحَيَاةُ الدُّنْيَا وَيَسْخَرُونَ مِنْ الَّذِينَ آمَنُوا وَالَّذِينَ اتَّقَوْا فَوْقَهُمْ يَوْمَ الْقِيَامَةِ وَاللَّهُ يَرْزُقُ مَنْ يَشَاءُ بِغَيْرِ حِسَابٍ .212

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    A coloro che rifiutano di credere [alla paternità divina del Sublime Corano e alla Missione apostolico-profetica di Muhàmmad] viene resa attraente la vita terrena ed essi si fanno beffe dei credenti [i quali credono alla paternità divina del Sublime Corano e alla Missione apostolico-profetica di Muhàmmad], ma nel giorno della resurrezione coloro che temono [e si comportano in obbedienza al Sublime Corano e alla Nobile Sunna] saranno posti al di sopra di loro; e Allàh provvede in favore di chi vuole senza fare conteggi.(212),

 030

Lascia che operino!

Riferì Mu’āz bin Ǧàbal [Allàh si compiaccia di lui :

“Udii l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, dire: ‘Chiunque incontri Allàh, senza avergli associato alcunché, avendo eseguito i cinque riti d’adorazione e digiunato nel mese di Ramadàn, sarà perdonato!’. Gli chiesi: ‘Posso annunciare questa buona novella alla gente, o Apostolo di Allàh?’. Disse: ‘Lascia che operino!”.

Lo ha registrato l’Imām Ahmad.

031

Un atomo di fede

L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Chiunque abbia anche soltanto un atomo di fede [nella paternità divina del Sublime Corano e nella Missione profetica di Muhàmmad] sarà fatto uscire dal fuoco!”.

Lo ha riferito Abū Sayed el-Khuḍrī [Allàh si compiaccia di lui]
e lo ha registrato l’Imām Tirmīdhī.

029

Precetto alimentare

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayàt 172-173:


يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا كُلُوا مِنْ طَيِّبَاتِ مَا رَزَقْنَاكُمْ وَاشْكُرُوا لِلَّهِ إِنْ كُنتُمْ إِيَّاهُ تَعْبُدُونَ .172
إِنَّمَا حَرَّمَ عَلَيْكُمْ الْمَيْتَةَ وَالدَّمَ وَلَحْمَ الْخِنزِيرِ وَمَا أُهِلَّ بِهِ لِغَيْرِ اللَّهِ فَمَنْ اضْطُرَّ غَيْرَ بَاغٍ وَلاَ عَادٍ فَلاَ إِثْمَ عَلَيْهِ إِنَّ اللَّهَ غَفُورٌ رَحِيمٌ .173

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, mangiate del cibo di tra le cose buone che vi abbiamo fornito nella nostra provvidenza e siate grati ad Allàh, se, veramente, Lui soltanto adorate.(172) Solamente, vi proibisce la bestia morta, il sangue, la carne di porco, ciò su cui viene invocato il nome d’altri che Allàh. Tuttavia è esente da peccato chi è costretto (e mangia cose proibite) senza spirito di ribellione o trasgressione. In verità, Allàh è perdonatore e clementissimo.(173)
  • Nota
    Questa è la spiegazione del perché i Musulmani non mangiano la carne di porco [e non mangiano i derivati da essa]. L’alimentazione è certamente più importante del movimento di una foglia; e se è vero, come è vero, che non si muove foglia che Allàh/Iddio non voglia, come è pensabile che qualcosa di più importante del movimento di una foglia sia indipendente dal volere di Allàh? Allàh, rifulga lo splendore della Sua Luce non ha solamente creato, ma ha dato alla Sua creazione anche le regole di esistenza!

028

Teologia dell’amore

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 165:


وَمِنْ النَّاسِ مَنْ يَتَّخِذُ مِنْ دُونِ اللَّهِ أَندَادًا يُحِبُّونَهُمْ كَحُبِّ اللَّهِ وَالَّذِينَ آمَنُوا أَشَدُّ حُبًّا لِلَّهِ وَلَوْ يَرَى الَّذِينَ ظَلَمُوا إِذْ يَرَوْنَ الْعَذَابَ أَنَّ الْقُوَّةَ لِلَّهِ جَمِيعًا وَأَنَّ اللَّهَ شَدِيدُ الْعَذَابِ .165

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Tra la gente ci sono quelli che hanno preso come loro divinità altri che Allàh e li amano con un amore che è dovuto soltanto ad Allàh.
    Invece, coloro che credono [nella paternità divina del Sublime Corano e nella missione apostolico profetica di Muhàmmad] sono fortissimi quanto ad amore per Allàh. Potessero, oggi, i sacrileghi [coloro che hanno preso per divinità altri che Allàh] vedere che la potenza appartiene tutta ad Allàh e che Allàh è severo nel punire, come quando vedranno il castigo! (165).
  • Nota
    Amore e Signoria non voglion compagnia [proverbio].

026

Khutbah dell’orgoglio islamico

Al-hàmdu lillàhi – thùmma l-hàmdu lillàh
La Lode appartiene afd Allàh
E poi, ancora, la Lode Appartiene ad Allàh!

Al-hàmdu lillàhi llàdhi hada-nā li-hàdha
Sia Lodato Allàh, il Quale ci ha guidato a questo ( all’Islàm)

Wa mā kùnna li-nahtadia lau lā àn hada-nā llàh
A cui non saremmo giunti se Allàh non ci avesse guidato.

Al-hàmdu lillàhi llàdhi lā ilāha illā huwa!
Sia Lodato Allàh, all’infuori del Quale non c’è divinità!

Continua a leggere